dieta depurativa fegato

Una dieta depurativa per il fegato è essenziale per il benessere e la salute dell’individuo, in quanto essa favorisce la rigenerazione e la depurazione di uno degli organi più complessi e importanti per il corpo umano.

Il fegato, lo ricordiamo, è la più grande ghiandola dell’organismo che, tra le altre, svolge la delicata funzione di filtrare il sangue e di eliminare le sostanze che non servono più, in quanto hanno esaurito la loro funzione e sono state sostituite da altre più attive.

Dieta depurativa per disintossicare il fegato

Tra i cibi più indicati a depurare il fegato segnaliamo la cicoria, sia nella sua versione selvatica che in quella coltivata; essa, infatti, aiuta quest’organo ghiandolare (e anche i reni) a smaltire le tossine e a rallentare lo stress ossidativo, riducendo in tal modo gli eventuali danni epatici presenti. Le barbabietole rosse poi, sono molto utili per combattere il fegato grasso e favorire l’espulsione delle tossine. Il tarassaco, che è una pianta a fiore che appartiene alla famiglia delle Asteracee, stimola, dal suo canto, le secrezioni biliari e svolge un’azione disintossicante, in quanto favorisce l’eliminazione dei prodotti di scarto (zuccheri, trigliceridi, colesterolo e acidi urici). Un altro prezioso alleato del fegato è la mela, che, essendo ricca di vitamina C, piruvato e triterpenoidi, previene le neoplasie epatiche, stimola la depurazione del fegato e riduce i grassi in eccesso. Il carciofo, infine, stimola la produzione di bile e favorisce lo sviluppo del tessuto epatico.

Sono molto consigliati anche gli yogurt e gli alimenti che contengono magnesio, giacché questo sale minerale è in grado di aiutare il fegato nelle sue numerose funzioni.

Assolutamente da evitare, invece, le fritture, i cibi grassi, la carne rossa, le bevande zuccherate e gassate, i dolci e i pesci grassi.

Dieta depurativa per il fegato: ecco un menù-tipo

Proponiamo di seguito un menù esemplificativo della dieta depurativa per il fegato, ricordando che se si vuole depurare questo organo è, in generale, consigliabile aderire a un regime alimentare povero di grassi e ricco di cibi che contengono vitamine e sali minerali.

Prima colazione: uno yogurt magro e qualche fetta di mela.

Merenda di metà mattinata: una mela o una spremuta di arancia.

Pranzo: 60 grammi di riso con carciofi. In alternativa 50 grammi di legumi con un’insalata di barbabietole rosse e un frutto.

Cena: 120 grammi di pesce magro (o in alternativa di petto di pollo) con 2 fette di pane integrale e un contorno di cicorie.

Infine, prima di andare a letto, si consiglia l’assunzione di una tisana al tarassaco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here