Alcune recenti ricerche condotte da un gruppo di scienziati dell’Università di Karachi, in Pakistan, la papaya possiede numerosi effetti benefici su tutto l’organismo. Lo studio si è focalizzato principalmente sui semi del frutto, ricchi di polifenoli e flavonoidi (potenti antiossidanti), che sono in grado di stimolare le risposte immunitarie in caso d’infezioni batteriche. Così come spiegano i ricercatori, infatti, le sostanze costituenti il frutto riescono a liberare l’intestino dai germi e prevenire le disfunzioni renali. Ma queste sono solamente alcune delle altre importantissime doti della papaya.

Un cocktail eccezionale

Quello che rende la papaya un alimento prezioso è il suo concentrato di principi nutritivi, uno fra questi è la papaina. Si tratta di un enzima digestivo che è in grado di migliorare notevolmente la digestione perché favorisce la sintesi dei e delle proteine. Il frutto, tuttavia, è anche un’ottima fonte di betacarotene (indispensabile per la salute dei polmoni, del tratto urinario e del derma), provitamina A,Vitamina C (in dosi maggiori rispetto ad arance e kiwi) e Vitamina E.

Grazie alla ricca presenza di selenio e flavonoidi, la papaya è anche in grado di combattere i radicali liberi, responsabili del degrado cellulare, e proteggere dai tumori. I flavonoidi, tra l’altro, contribuiscono allo smaltimento delle tossine e al dell’apparato circolatorio. Disponibili in buone quantità anche alcuni importanti sali minerali, come il magnesio, il potassio e il calcio, fondamentali per il benessere di articolazioni e ossa. La papaya possiede anche una notevole capacità alcalinizzante in grado di favorire l’equilibrio acido – base alla scarsa presenza di verdure e frutta all’interno della dieta.

La versione fermentata

Per godere di tutti i della papaya, è possibile reperire nei negozi specializzati una versione “potenziata” da assumere sotto forma d’integratore: la papaya fermentata. Questo prodotto è ottenuto attraverso un processo di fermentazione che è in grado di massimizzare le potenzialità dei principi attivi del frutto. Oggi, la papaya fermentata è utilizzata in particolar modo per la prevenzione o la degenerazione di patologie degenerative, come il morbo di Parkinson.

Controindicazioni

In alcune zone dell’Asia, i semi di papaya sono impiegati come contraccettivo naturale e il loro uso prolungato può condurre a infertilità maschile (fortunatamente reversibile). Attenzione anche alle donne in gravidanza: l’alto contenuto di papaina, presente nel frutto acerbo, potrebbe innescare contrazioni uterine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here