proteggere la vista smartphone

Trascorrere molto tempo di fronte allo schermo blu dei nostri amatissimi dispositivi elettronici non fa certamente bene alla salute degli occhi. La vista è annebbiata, la visione confusa e, a volte, perfino sdoppiata. E se alcuni utilizzano lo smartphone, il computer o il tablet solo come passatempo, altri sono obbligati a farlo per lavoro o per altre esigenze. In questi casi cosa bisogna fare per proteggere la vista?

Come proteggere la vista dalle radiazioni luminose

Sono due le cause fondamentali che concorrono a danneggiare la vista, usando tablet, smartphone e pc: l’alta emissione di luce blu e la distanza di utilizzo dei dispositivi multimediali troppo ravvicinata. L’esposizione prolungata alla luce blu determina visione offuscata e irritazione agli occhi (senza parlare dei problemi di emicrania e mal di schiena provocati dall’affaticamento e da una scorretta postura). Questo fattore non è assolutamente da trascurare perché, a lungo andare, potrebbe causare patologie oculari anche severe, come nel caso della degenerazione maculare. Per risolvere, o quanto meno, attenuare il problema è possibile intervenire in diversi modi:

  • ridurre al minimo la luminosità del dispositivo;
  • adottare uno schermo protettivo idoneo che agisca sulle radiazioni luminose;
  • o ricorrere ad appositi occhiali dalle lenti blu. Questi hanno la facoltà di proteggere la vista, senza alterare la visibilità del display.

Piccoli ma efficaci espedienti per proteggere la vista

Per limitare i danni agli occhi, un altro espediente molto efficace è di sollevarli ogni tanto dal display e fissare un oggetto in lontananza. In questo modo, si allenano i muscoli oculari mantenendoli elastici. Questo gesto, inoltre, è benefico non solo per la vista ma anche per la postura del capo: la tensione sulla cervicale si allenta e puoi evitare di stancarti eccessivamente.

Un’ora prima del riposo notturno, spegni lo smartphone o il tablet: ti addormenterai più facilmente e anche la qualità del tuo sonno ne trarrà giovamento.

Proteggere la vista e non solo

L’eccessiva sovraesposizione alla luce dei dispositivi multimediali influenza il ciclo circadiano perché va a inibire la produzione di melatonina, responsabile del ritmo sonno-veglia. Per questo motivo, trascorrere troppe ore davanti a tablet, smartphone o al computer, non solo è dannoso per la vista ma anche per tutto l’organismo.  Si possono verificare cali d’attenzione, disturbi del sonno e diminuzione della memoria che potrebbero essere solo l’anticamera di patologie ben più importanti come obesità e diabete.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here