i rimedi naturali per combattere la prostatite

Per combattere la prostatite è possibile ricorrere a una serie di rimedi naturali e di misure comportamentali, in grado di alleviare i sintomi del disturbo senza produrre effetti collaterali.

Prostatite: di cosa si tratta?

La prostatite è il processo infiammatorio a carico della prostata, ovvero la ghiandola dell’apparato genitale maschile.
Essa può presentarsi in forma acuta con la seguente sintomatologia:

  1. intensi dolori a livello pubico
  2. dolore durante la minzione
  3. febbre alta

oppure può essere cronica, con la medesima sintomatologia in forma più lieve, ma persistente. La prostatite cronica, alla lunga, può minare la qualità della vita del soggetto che ne è affetto.

Rimedi naturali prostatite: una corretta alimentazione

Quando è in corso una prostatite è opportuno aderire a un programma alimentare genuino e bilanciato e bere almeno due litri di acqua al giorno. In primo luogo i cibi speziati, quelli eccessivamente salati e/o piccanti. In caso di infiammazione acuta poi, vanno eliminati anche l’aglio e la cipolla. Non devono mancare invece nella dieta le pietanze fresche e non elaborate, come la frutta, la verdura, gli ortaggi, i cereali integrali, i semi di zucca e i pesci ricchi di acidi grassi omega-3. Nel contempo va ridotto il consumo di alcolici, di salumi, di cibi fritti e di frutta secca, in quanto contribuiscono all’acidificazione delle urine; l’alcol, inoltre, provoca anche disidratazione, la quale può essere assai dannosa per la ghiandola prostatica. Anche gli agrumi, il caffè, la coca cola e in generale le bibite gassate vanno evitati, giacché possono irritare ulteriormente l’uretra.
Per zuccherare i cibi poi, va preferito il miele agli zuccheri raffinati e ai dolcificanti.

Combattere la prostatite con vitamine e sali minerali

Per guarire dalla prostatite è opportuno garantire all’organismo il giusto apporto di vitamine e di sali minerali. In particolare si raccomanda l’assunzione di:

  1. vitamina E, in quanto migliora la risposta immunitaria dell’organismo;
  2. vitamina C, in quanto combatte l’azione dei radicali liberi;
  3. zinco, in quanto migliora il tessuto prostatico e protegge dai microrganismi patogeni;
  4. selenio, in quanto amplifica l’effetto della vitamina E.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here