Sport contro la cellulite: ecco quali sono i più efficaci

Gli sport contro la cellulite sono la soluzione ideale per dire addio alla pelle a buccia d’arancia e superare a pieni voti la prova costume. Un sano , abbinato a una dieta genuina e bilanciata e all’applicazione di prodotti specifici (creme, sieri, ecc.), è fondamentale per combattere questo odiato inestetismo. Per un piano d’azione ancor più efficace contro la pelle a materasso, si consiglia di sottoporsi a dei massaggi ad hoc presso centri specializzati. Ma adesso scopriamo insieme quali sono le discipline sportive utili a combattere la cellulite.

Sport contro la cellulite: buttatevi in acqua

Il nuoto è una scelta ottimale per (si bruciano in un’ora di allenamento dalle 200 alle 500 calorie), per avere un corpo più tonico e per migliorare la sanguigna. In alternativa, qualora il nuoto risulti troppo monotono, si consiglia l’iscrizione a un corso di acquagym, ovvero di ginnastica acquatica: in tal caso è possibile tonificare i muscoli, migliorare la circolazione e bruciare fino a 400 calorie in un’ora. Se siete particolarmente allenate poi, potrete anche optare per l’acquabiking, ovvero lo spinning in acqua che consente di rassodare i muscoli, di smaltire i chili in eccesso (si bruciano fino a 700 calorie in un’ora) e di contrastare in maniera efficace la pelle a buccia d’arancio.

Sport contro la cellulite: kickboxing per aumentare la tonicità

La kickboxing, ovvero lo sport da combattimento che combina arti marziali e pugilato, è molto utile in quanto, grazie al lavoro effettuato da gambe e braccia, aiuta a tonificare i muscoli, a ridurre la pelle a materasso e a dimagrire nei punti giusti. Si tratta di un allenamento intenso ed efficace.

Sport contro la cellulite: una sana camminata fa sempre bene

Passeggiare per almeno trenta minuti ogni dì è fondamentale per favorire il drenaggio dei liquidi e aiutare il ritorno sanguigno. La camminata, lo ricordiamo, è molto più indicata della corsa nel combattere la cellulite, in quanto, a differenza del running, non favorisce la produzione di acido lattico, il quale ostacola la corretta ossigenazione dei tessuti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here